Modena 03 settembre 2018

Informativa Settore Fiscale

 

 

Abolito lo Split Payment per i professionisti

Dal 14 luglio 2018

 

Tra le novità in materia fiscale contenute nel D.L. n. 87/2018 (Decreto Dignità, già convertito in Legge n.96 del 9/08/2018), vi è l’abolizione della scissione dei pagamenti, il cosiddetto “Split Payment”, relativamente alle prestazioni di servizi soggette a ritenuta a titolo di imposta e a titolo di acconto di cui all’art. 25, D.P.R. n. 600/73.

 

L’obbligo di applicazione del meccanismo dello Split Payment da parte dei professionisti era stato introdotto dal D.L. n. 50/2017, per le prestazioni rese a favore della Pubblica Amministrazione e delle loro società controllate, nonché delle società quotate inserite nell’indice FTSE MIB della Borsa Italiana.

L’abolizione si applica alle operazioni per le quali è stata emessa fattura successivamente alla data di entrata in vigore del decreto, ovvero successiva al 13/07/2018.

 

Dal 14 luglio, dunque, tale abolizione interessa anche i professionisti che effettuano prestazioni nei confronti della Pubblica Amministrazione, e che sono soggette a ritenuta d’acconto.

La P.A. che riceve la fattura deve, quindi, provvedere al versamento della ritenuta d’acconto, e versare al professionista l’intero importo comprensivo dell’IVA.

Per il professionista, a seguito di emissione della fattura, nasce un debito IVA che dovrà provvedere a liquidare e versare all’Erario entro i termini (mensile o trimestrale) previsti per la propria liquidazione periodica IVA.

 

La fattura emessa dal professionista verso la P.A. sarà come sempre “elettronica”.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.